lunedì 16 marzo 2015

Sanremo 1975 - Leila Selli - Sola In Due







Sanremo 1975  

I vincitori del Festival dal 1951





Il testo

Quanti giorni fra noi due 
mai una parola, 
troppo tempo adesso penso 
"una donna sola cosa fa?", 
è una farfalla che non può volare. 
Stanca di ascoltare i tuoi silenzi, 
stanca di sognare chi non c'è, 
voglia di morire in quei momenti 
che pensi per te, 
guardo in alto la tappezzeria 
sembra scolorita, chi lo sa, 
forse è un'impressione solo mia 
di chi amore non ha, 
quando mi si sciolgono le mani 
in una carezza verso te, 
tu brontoli così: "domani", 
domani forse ti dirò di no. 
Stanca di morire piano piano, 
stanca di volere solo te, 
voglia di sentire quel profumo 
di un uomo con me, 
e pensare che tu sei vicino, 
sento il tuo respiro contro me, 
ma tu dormi, sei come un bambino 
che pensa per se, 
provo ancora a sciogliere le mani 
in una carezza verso te, 
tu brontoli così: "domani", 
domani forse ti dirò di no, 
tu brontoli così: "domani", 
domani forse ti dirò di no.

Sanremo 1975 - Valentina Greco - Un grande addio







Sanremo 1975  

I vincitori del Festival dal 1951 





Il testo

Tu che sei stato sempre re 
nelle tue follie, 
tu grande in tutto come sei, 
dammi un addio grande 
per far scordar la gente 
che cambia quando se ne va. 
Dimmi, 
non è il mio cuore che non vuol più 
danzare insieme a te, 
dimmi che la vita è stupida, 
a te crederò. 
Non cadere anche tu 
dentro nei "ti ho dato gli anni miei", 
dentro nei "mi hai dato quel che sai", 
no, non farlo tu. 
Tu che sei stato sempre re 
dammi un grande grande addio, 
un addio uguale a te, 
dammi un grande grande addio, 
un addio uguale a te.

Sanremo 1974 - ANNA MELATO - STA PIOVENDO DOLCEMENTE











Il testo

Nel mio vagone di coda
Che fila ormai
Come un proiettile
Fra le colline di sera
Le strade urbane piene di lucciole
Dopo giorni di innocente fuga
Una giusta dimensione forse avrò

Amico treno
Non parli
Tu vai vai vai
Il tuo cuore potente vorrei
Prigione era la casa
Con pochi minuti di aria nemmeno pura

Al bar o in caa di amici
Sapevo sempre qualche grande avventura
Ma più in là dei viali illuminati
Di quel parco noi non siamo mai andati
Amico treno
Non parli
Tu vai vai vai
Col tuo cuore potente
Verso il sole nascente
La tua strada è una sola

Sta piovendo dolcemente
E con la mente proverò
Di tuffarmi un po' all'indietro
Cercando colpe che non ho
Sta piovendo dolcemente
Sui fiumi e mille sono le città
Che il cielo delicatamente
Nel suo viaggio laverà
E amico treno
Non parli
Tu vai vai vai
Il tuo cuore potente vorrei

Sul vecchio fiume di sera
Trovare lì un posto
Era già un'avventura
Attenta a non far
Rumore
E in punta i piedi camminavo leggera
Ma lui ladro di germogli appena nati
Sull'argento di quei prati non mi dava niente di più

Amico treno non parli.

Sanremo 1973 - Memo Remigi - Il Mondo È Qui


Sanremo 1973

Sanremo dal 1951
Il testo È strana la luce che ha il cielo stasera la foglia sul ramo si muove leggera le ombre dei pini si allungano vicino a noi ed io come un vento ti sfioro i capelli non ho conosciuto momenti più belli mai mai mai e senza bisogno di grandi parole mi schiudi le labbra e il tuo mondo d’amore ah ah ah qui i l mondo si è fermato qui e ormai per noi l’eternità è questo nostro grande amore è amore è amore è amore qui noi siamo nati adesso qui e spero di morir così con te sul cuore stretta forte forte forte forte [ah ah ah] ah ah ah gli ultimi raggi trafiggono il bosco non mi hai detto niente però ti conosco ti ho letto nel cuore nell’attimo che hai detto sì ti ho visto negli occhi il bisogno di amare le guance velate di un casto rossore ah ah ah e senza bisogno di grandi parole mi schiudi le labbra e il tuo mondo d’amore ah ah ah ah [ah ah] qui il mondo si è fermato qui e ormai per noi l’eternità è questo nostro grande amore è amore è amore è amore qui noi siamo nati adesso qui e spero di morir così con te sul cuore stretta forte forte forte forte qui [ah ah ah]