lunedì 23 dicembre 2013

Sanremo 2014 - Vadim - La modernità











Il testo

Scendono gocce di sudore
 Sulla fronte di un lavoratore
 E il mondo non può farne a meno
 Almeno credo, almeno credo
 
Ma questa è la modernità
 Noi a casa, noi a casa
 Un computer lavorerà
 
Ora qui in questo meccanico mondo
 Non ho compreso qual è il posto che posso occupare
 Forse non posso più nemmeno respirare
 E poi
 
E poi c’è lei
 Che ha bisogno di più
 E poi ci sei anche tu
 
Scendevano gocce di sudore
 Sulla fronte di un lavoratore
 Tanto tempo fa
 Ma questa è la modernità
 Noi a casa, voi a casa, il computer lavorerà
 
Ora qui in questo meccanico mondo
 Non ho compreso qual è il posto che posso occupare
 Forse non posso più nemmeno respirare
 E poi
 
E poi c’è lei
 Che ha bisogno di più
 E poi ci sei anche tu
 
Scendono gocce di sudore
 Sulla fronte di un lavoratore
 E il mondo non può farne a meno
 Almeno credo, almeno credo
 
Ma questa è la modernità
 Noi a casa, voi a casa, il computer lavorerà
 
Ora qui in questo meccanico mondo
 Non ho compreso qual è il posto che posso occupare
 Forse non posso più nemmeno respirare
 E poi
 
E poi c’è lei
 Che ha bisogno di più
 E poi ci sei anche tu

accordi

Mi
 Scendono gocce di sudore 
Sulla fronte di un lavoratore 
Fa#-
 E il mondo non può farne a meno 
Mi
 Almeno credo, almeno credo 
Fa#-                            Re
 Ma questa è la modernità 
La9
 Noi a casa, noi a casa 
                              Fa#-
 Un computer lavorerà 
       Re                      Mi
 Ora qui in questo meccanico mondo 
                                       Fa#-
 Non ho compreso qual è il posto che posso 
       Re
 che posso occupare 
La9
 Forse non posso più nemmeno respirare e poi 
Fa#-        Re
 E poi c'è lei 
La9
 Che ha bisogno di più 
Fa#-     Re       La Re
 E poi ci sei anche tu 
        Re
 Scendevano gocce di sudore 
Sulla fronte di un lavoratore 
                   La
 Tanto tempo fa 
Fa#-                           Re
 Ma questa è la modernità
Mi                                     Fa#-                        
 Noi a casa, voi a casa, il computer lavorerà 
       Re                     Mi
 Ora qui in questo meccanico mondo 
                                       Fa#-
 Non ho compreso qual è il posto che posso 
       Re
 che posso occupare 
Mi
 Forse non posso più nemmeno respirare e poi 
Fa#-        Re
 E poi c'è lei 
La9
 Che ha bisogno di più 
Fa#-     Re       La Re
 E poi ci sei anche tu 
Re
 Scendono gocce di sudore 
Sulla fronte di un lavoratore 
La
 E il mondo non può farne a meno 
Re                        Si-
 Almeno credo, almeno credo 
Si-                  Re
 Ma questa è la modernità 
Mi                                      Fa#-                        
 Noi a casa, voi a casa, il computer lavorerà 
       Re                     Mi
 Ora qui in questo meccanico mondo 
                                       Fa#-
 Non ho compreso qual è il posto che posso 
       Re
 che posso occupare 
Mi
 Forse non posso più nemmeno respirare e poi 
Fa#-        Re
 E poi c'è lei 
La9
 Che ha bisogno di più 
Fa#-     Re      La Re
 E poi ci sei anche tu 

Sanremo 2014 - Zibba - Senza di te











Il testo

Io che ho fin troppe parole
 E a volte resto in silenzio
 Adesso sono qui a scriverti
 chiedendo quasi perdono
 Per le cose che do per scontato
 e perché ci siamo scelti
 e che magari vorresti sentire
 ogni tanto da me
 
Mi piacerebbe giocare di più
 A volte lasciarmi andare
 ma mi riduco a un pensatore noioso e volgare
 Spesso nemico del tempo
 Specie se non ti ho accanto
 Stanotte dormi da sola
 Mi va a fuoco la gola
 
Credo in noi come se fossimo
 di un’altra generazione
 quella del bene sopra la ragione
 Quella che domenica andiamo a lago
 Che ho bisogno di svago
Senza di te
 Non amerei tutti i miei errori
 Senza di te
 Un mondo senza le canzoni
 Senza di te
 Non me lo voglio ricordare
 Stare lì a guardare
 Al buio non è affatto uguale
 
Senza di te
 Una finestra senza vetri
 Senza di te
 Un’estate senza il mare
 Senza di te
 Non mi ricordo come fare
 
Ti tocca il ruolo di amante neutrale
 Sei la tua parte migliore
 Quello che riesce ad uscire ogni giorno
 Da tutto quel tuo lavorare
 
Hai conosciuto il mio peggio
 E con il tuo mi hai fatto male
 Le cose semplici ai vigili urbani
 E a noi una città più reale
 
Ci scopriremo nel tempo
 Per poi coprirci con cura
 E costruiremo sbagliando
 
E forse non avrò paura
 E regalandoci vita
 Scambiando sangue e opinionI
 Vedremo i giorni fiorire
 negli occhi di un figlio
 che avrà i miei bottoni
 
Credo in noi come se fossimo
 di un’altra generazione
 quella del bene sopra la ragione
 Quella che aspetto anche tutta la vita
 Per vederti tornare dalla guerra mondiale
 
Senza di te
 Non amerei tutti i miei errori
 Senza di te
 E’ un mondo senza le canzoni
 Senza di te
 Non me lo voglio ricordare
 Stare lì a guardare
 Al buio non è affatto uguale
 
Senza di te
 Una finestra senza vetri
 Senza di te
 Un po un’estate senza il mare
 Senza di te
 Non mi ricordo come fare
 
Senza di te
 Non amerei tutti i miei errori
 Senza di te…

accordi

                         Do- 
 Io che ho fin troppe parole 
                        Sol- 
 E a volte resto in silenzio 
                        Sol# 
 Adesso sono qui a scriverti 
                     Do-
 chiedendo quasi perdono 
           Do- 
 Per le cose che do per scontato 
                 Sol- 
 e perché ci siamo scelti 
           Sol# 
 e che magari vorresti sentire 
               Do-
 ogni tanto da me 
                         Do- 
 Mi piacerebbe giocare di più 
                     Sol- 
 A volte lasciarmi andare 
                          Sol# 
 ma mi riduco a un pensatore 
                 Do-
 noioso e volgare 
                  Do- 
 Spesso nemico del tempo 
                       Sol- 
 Specie se non ti ho accanto 
                      Sol# 
 Stanotte dormi da sola 
                     Do-
 Mi va a fuoco la gola 
              Fa-
 Credo in noi come se fossimo 
         Sib 
 di un'altra generazione 
                   Do-
 Di quella del bene sopra la ragione 
                   Sib
 Quella che domenica andiamo a lago 
                     Sol#
 Che ho bisogno di svago 
Fa-
 Senza di te 
Sib
 Non amerei tutti i miei errori 
Sol-
 Senza di te 
Mib
 Un mondo senza le canzoni 
Fa-
 Senza di te 
Sol
 Non me lo voglio ricordare 
Do-
 Stare lì a guardare 
Do
 Al buio non è affatto uguale 
Fa-
 Senza di te 
Sib
 Una finestra senza vetri 
Sol-
 Senza di te 
Mib
 E' un pò un'estate senza il mare 
Fa-
 Senza di te 
Sol                 Do-
 Non mi ricordo come fare 
                               Do-
 Ti tocca il ruolo di amante neutrale 
                          Sol-
 Sei la tua parte migliore 
                                 Sol#
 Quello che riesce ad uscire ogni giorno 
                                Do-
 Da tutto quel tuo lavorare 
                                Do-
 Hai conosciuto il mio peggio 
                            Sol-
 E con il tuo mi hai fatto male 
                         Sol#
 Le cose semplici ai vigili urbani 
                               Do-
 E a noi una città più reale 
                           Do-
 Ci scopriremo nel tempo 
                       Sol-
 Per poi coprirci con cura 
                      Sol#
 E costruiremo sbagliando 
                      Do-
 E forse non avrò paura 
                      Do-
 E regalandoci vita 
                       Sol-
 Scambiando sangue e opinioni 
                      Sol#
 Vedremo i giorni fiorire 
negli occhi di un figlio 
               Do-
 che avrà i miei bottoni 
              Fa-
 Credo in noi come se fossimo 
         Sib 
 di un'altra generazione 
                   Do-
 Di quella del bene sopra la ragione 
                   Sib
 di quella che aspetto anche tutta la vita 
                    Sol#
 Per vederti tornare dalla guerra mondiale 
Fa-
 Senza di te 
Sib
 Non amerei tutti i miei errori 
Sol-
 Senza di te 
Mib
 Un mondo senza le canzoni 
Fa-
 Senza di te 
Sol
 Non me lo voglio ricordare 
Do-
 Stare lì a guardare 
Do
 Al buio non è affatto uguale 
Fa-
 Senza di te 
Sib
 Una finestra senza vetri 
Sol-
 Senza di te 
Mib
 E' un pò un'estate senza il mare
 Fa-
 Senza di te 
Sol                 Do- Do
 Non mi ricordo come fare 

Fa-            Sib
 Senza di te 
Sol-          Mib
 Senza di te 
Fa- 
 Senza di te 
Sol                    Do-
 non mi ricordo come fare 
Mib                 Sol#          
non mi ricordo come fare 
Sib                 Do-
 non mi ricordo come fare 
Mib                 Sol#
 non mi ricordo come fare 

Sanremo 2014 - Veronica De Simone - Nuvole che passano











IL testo

Ricordati novembre
 Quando hai stretto la mia mano
 Ero impaurita e pallida
 Poi non me l’aspettavo
 Che nel momento esatto
 In cui credevo di affogare
 Fossi proprio tu, tu che mi vuoi salvare
 
Autunno, grigio autunno
 Un cielo gonfio che non piove
 Non so perché mi abbracci
 So soltanto che volevi
 Poi mi accarezzi gli occhi
 E io smetto di tremare
 Piove finalmente
 Che non si può fermare
 
Sono solo attimi
 Stelle che poi cadono
 Stagioni che si inseguono
 Tra nuvole che passano
 
Inverno sotto il freddo
 Rosso sangue sulla neve
 Domani parto ancora
 E ho solo voglia di morire
 Mi chiedi tutto bene, Sei arrivata?
 Poi mi dici Io ci sono, io ti aspetto
 Noi due siamo amici
 
Gennaio disperato
 La tua luce sempre accesa
 Nel buio rotolando
 Fino in fondo alla discesa
 Se cado cento volte mi raccogli e non ti stanchi
 Il sole quando ancora io mi sento niente
 
Sono solo attimi
 Stelle che poi cadono
 Stagioni che si inseguono
 Tra nuvole che passano
 
Ricorda maggio
 quando l’hai chiamato col suo nome
 Che amore è solo amore non esiste altro nome
 Per dire tutto questo bene che non so spiegare
 Per dire tutto questo che ci scoppia dentro il cuore
 
Primavera lilla
 Ubriaca in mezzo ai tigli
 Vivremo in una casa bianca, avremo cento figli
 Felicità non è che una parola, non è niente
 E’ camminare scalzi confusi tra la gente
 
Sono solo attimi
 Stelle che poi cadono
 Stagioni che si inseguono
 Tra nuvole che passano
 
Estate blu di notte che mi vieni incontro piano
 Gli occhi dentro gli occhi, mi sorridi, ti aspettavo
 E pelle sulla pelle
 Il tuo profumo nel mattino
 Ti guardo mentre dormi, amore mio vicino
 
Ricordati di agosto e di ogni stella che è passata
 Fra i tuoi capelli scuri sopra i nostri corpi uniti
 Cammini sulla sabbia
 E io ti guardo da lontano
 Mentre il pomeriggio muore
 Nel volo di un gabbiano
 
Na-na-na-na-na-na
 
E Sono solo attimi
 Stelle che poi cadono
 Stagioni che si inseguono
 Tra nuvole che passano

accordi

Sib Mib Sib Mib

Sib
 Ricordati novembre 
                         Mib
 Quando hai stretto la mia mano 
Sib
 Ero impaurita e pallida 
                          Mib
 Poi non me l'aspettavo 
       Re-
 Che nel momento esatto 
           Mib
 In cui credevo di affogare 
Sol-                   Do-
 Fossi proprio tu, tu che mi vuoi salvare 
Sib
 Autunno, grigio autunno 
                         Mib
 Un cielo gonfio che non piove 
      Sib
 Non so perché mi abbracci 
                    Mib
 So soltanto che volevi 
      Re-
 Poi mi accarezzi gli occhi 
Mib
 E io smetto di tremare 
Sol-
 Piove finalmente 
       Do-
 Che non si può fermare 
Mib          Sib
 Sono solo attimi 
Re                Sol
 Stelle che poi cadono 
                        Do       
Stagioni che si inseguono 
                       Fa
 Tra nuvole che passano 
Sib
 Inverno sotto il freddo 
                  Mib
 Rosso sangue sulla neve 
Sib
 Domani parto ancora 
                      Mib
 E ho solo voglia di morire 
Re-                                Mib
 Mi chiedi tutto bene, Sei arrivata? 
                Sol-
 Poi mi dici Io ci sono, io ti aspetto 
Do-
 Noi due siamo amici 
Sib
 Gennaio disperato 
                              Mib
 La tua luce sempre accesa 
      Sib
 Nel buio rotolando 
                            Mib
 Fino in fondo alla discesa 
    Re-                             Mib
 Se cado cento volte mi raccogli e non ti stanchi 
    Sol-                              Do-
 risollevarmi quando ancora io mi sento niente 
Mib          Sib
 Sono solo attimi 
Re                Sol-
 Stelle che poi cadono 
                        Do       
Stagioni che si inseguono 
                       Fa
 Tra nuvole che passano 
Do                                           Fa
 Ricorda maggio quando l'hai chiamato col suo nome 
Do                                         Fa
 Che amore è solo amore non esiste altro nome 
     Mi-                                     Fa
 Per dire tutto questo bene che non so spiegare 
       La-                            Re-
 Per dire tutto questo che ci scoppia dentro il cuore 
Do                                   Fa
 Primavera lilla ubriaca in mezzo ai tigli 
Do                                       Fa
 Vivremo in una casa bianca, avremo cento figli 
   Mi-                                   Fa
 Felicità non è che una parola, non è niente 
       La-                      Re-
 E' camminare scalzi confusi tra la gente 
Fa           Do
 Sono solo attimi 
Mi                La-
 Stelle che poi cadono 
                        Re       
Stagioni che si inseguono 
                       Sol
 Tra nuvole che passano 

Fa Do Mi La- Re
 
Do                                         Fa
 Estate blu di notte che mi vieni incontro piano 
Do                                              Fa
 Gli occhi dentro gli occhi, mi sorridi, ti aspettavo 
    Mi-                                   Fa
 E pelle sulla pelle il tuo profumo nel mattino 
       La-                         Re-
 Ti guardo mentre dormi, amore mio vicino 
Re                                              Sol
 Ricordati di agosto e di ogni stella che è passata 
Re                                             Sol
 Fra i tuoi capelli scuri sopra i nostri corpi uniti 
      Fa#-                            Sol
 Cammini sulla sabbia e io ti guardo da lontano 
  Si-                                        Mi-
 Mentre il pomeriggio muore nel volo di un gabbiano
 
Sol Re Fa# Si- Mi
 (Na-na-na-na-na-na) 

Sol           Re
 Sono solo attimi 
Fa#               Si-
 Stelle che poi cadono 
                        Mi       
Stagioni che si inseguono 
                       La
 Tra nuvole che passano 
Re

Sanremo 2014 - The Niro - 1969











IL testo

Immobili
sguardi all’insù
Brividi
Atterrerà sfruttando quella gravità
che schiaccia il mondo
e rende distanti
Noi siamo distanti
 oggi no 
Trasmettono
Radio e tv
Dicono
che cambierà
l’umanità
Rinascerà la conquista
della verità
 
Illumina gli sguardi
Gli ultimi istanti
Volerà
Piangono i giganti, sognatori, maghi e i preti
Gli ultimi istanti
 
Stati Uniti mai più
Stati Uniti mai più
Così Uniti mai più
 
Trasmettono
Atterrerà sfruttando
le emozioni
gli artifici
le illusioni
 
Stati Uniti mai più
Stati Uniti mai più
Così Uniti mai più

accordi

La Si- Fa#- Re La Si- Fa#- Re 
 
La Si-  Fa#-
 Immobili, 
Re                La 
 Sguardi all'insù 
Si-      Fa#-
 Brividi, 
Re      La                            Si-
 Atterrerà sfruttando quella gravità che schiaccia il mondo 
                Fa#-
 e rende distanti 
                  Re
 Noi siamo distanti 
Re-
 oggi no 

La Si- Fa#- Re La Si- Fa#- Re
 
La     Si-     Fa#-
 Trasmettono 
Re        La 
 Radio e tv 
Si-      Fa#- 
 Dicono 
Re            La
 che cambierà 
     Si-  Fa#-
 l'umanità 
Re      La Si-       Fa#-
 Rinascerà la conquista 
     Re    La
 della verità 
  Si-             Fa#-
 Illumina gli sguardi 
               Re
 Gli ultimi istanti 
Re-
 Vola Raid 
La                      Si-
 Piangono i giganti, sognatori, 
                              Fa#-  Re
 maghi e i preti per gli ultimi istanti 
Re      La       Si- 
 Stati Uniti mai più 
           Fa#-       Re La Si-
 Stati Uniti mai più 
                   La
 Così Uniti mai più 

La Si- Fa#- Re La Si- Fa#- Re

La    Si-  Fa#- Re La    Si-  Fa#- Re
 Trasmettono 
   La-
 Atterrerà sfruttando 
            Si-
 le emozioni 
gli artifici 
         Do
 le illusioni 
Do Re 

 La Si- Fa#- Re La Si- Fa#- Re 

La Si-

Re      La       Si- 
 Stati Uniti mai più 
            Fa#-     Re La Si-
 Stati Uniti mai più 
            La Si- Fa#- Re La Si- Fa#- Re 
 Così Uniti mai più 
La

Sanremo 2014 - Rocco Hunt - Nu juorno buono
Vincitore nuove proposte











Nu journo buono  - midi karaoke 

IL testo

Questa mattina per fortuna c’è un’aria diversa
 Il sole coi suo raggi penetra dalla finestra
 Quant’è bella la mia terra
 Mi manca quando parto
 Porto una cartolina di riserva
 Questo posto non deve morire
 La mia gente non deve partire
 Il mio accento si deve sentire
 La strage dei rifiuti
 L’aumento dei tumori
 Siamo la terra del sole
 Non la terra dei fuochi
 Questa mattina per fortuna la storia è cambiata
 Vedo la gente che sorride spensierata
 Non esiste cattiveria
 E si sta bene in strada
 Il mondo si è fermato in questa splendida giornata
 
E’ nu juorno buono
 stammatin m’a scetat o sol
 l’addor do’ cafè
 o stereo pe’ canzon
 a quantu tiemp ca nun stev accussì
 ogni cosa accumenc’ pkè po addà frni’
 Ma nun me manc nient
 stamattin nu me manc nient
 abbraccio a Gabriellin
 s’addorm n’gopp o piett
 nun sap re' problem
 nun sap e chist' schiem
 nun sap ca a vita da o dolce e po t’avvelen
 Nu bacio a mamma mij
 già ha furnut e fà e servizj
 a principess rint a miseria
 ha mis o munn a stu scugnizz
 m'ha mbarat' a piccolin
 ca nu suonn se realizz
 te cancellass tutte e rughe e tutt e cose trist

Dimentica di andare fuori per lavoro
 Le nuove aziende fioriranno nel tuo territorio
 Dimentica le banche, le presteremo noi a loro
 Zero padroni, gli ruberemo il trono
 Non c’è la fila allo sportello (e comm'è!)
 Se tifi un’altra squadra sei lo stesso mio fratello
 Fate l'amore invece di impugnare quel coltello
 La violenza è stata sempre il metodo di chi non ha cervello
 Tagliate quella linea che divide nord e sud
 Guardo il cielo per cercare chi purtroppo non c’è più
 E' un giorno nuovo anche per loro
 E son sicuro che un sorriso l’ho strappato
 Pure a voi lassù!
 
E’ nu juorno buono
 stammatin m’a scetat o sol
 l’addor do’ cafè
 o stereo ppe’ canzon
 a quantu tiemp ca nun stev accussì
 ogni cosa accumenc’ pkè po addà frni’
 Ma nun me manc nient
 stamattin nu me manc nient
 abbraccio a Gabriellin
 s’addorm n’gopp o piett
 nun sap re' problem
 nun sap e chist' schiem
 nun sap ca a vita da o dolce e po t’avvelen
 
E’ nu juorno buono...
 E’ nu juorno buono...
 E’ nu juorno buono...
 E’ nu juorno buono...
 
E’ nu juorno buono
 stammatin m’a scetat o sol
 l’addor do’ cafè
 o stereo ppe’ canzon
 a quantu tiemp ca nun stev accussì
 ogni cosa accumenc’ pkè po addà frni’
 Ma nun me manc nient
 stamattin nu me manc nient
 abbraccio a Gabriellin
 s’addorm n’gopp o piett
 nun sap re' problem
 nun sap e chist' schiem
 nun sap ca a vita da o dolce e po t’avvelen
 
E’ nu juorno buono...
 Questo posto non deve morire
 E’ nu juorno buono...
 La mia gente non deve partire
 E’ nu juorno buono...
 Il mio accento si deve sentire
 E’ nu juorno buono...

accordi

La- Mi- La- Mi-
  
La- 
 Questa mattina per fortuna c'è un'aria diversa 
Mi-
 Il sole coi suo raggi penetra dalla finestra 
La-
 Quant'è bella la mia terra 
                           Mi-
 Mi manca quando parto 
Porto una cartolina di riserva 
            La-
 Questo posto non deve morire 
                          Mi-
 La mia gente non deve partire 
Il mio accento si deve sentire 
La-
 La strage dei rifiuti 
L'aumento dei tumori 
Mi-
 Siamo la terra del sole 
Non la terra dei fuochi 
La-
 Questa mattina per fortuna la storia è cambiata 
Mi-
 Vedo la gente che sorride spensierata 
         La-
 Non esiste cattiveria 
Si sta bene in strada 
    Mi-
 Il mondo si è fermato 
In questa splendida giornata 
         La-
 E' nu juorno buono 
stammatina m'a scettat' o' sol 
Mi-
 l'addore ro' cafè 
o' stereo ppe' canzone 
La-
 da quanto tiemp' cca nun stev' accussì 
       Mi-
 ogni cosa accumenc' pecchè m'addà finì 
                  La-
 ma nun me manca nient' 
stamattin nu me manca nient 
Mi-
 abbraccia a' Gabriellin 
s'addorm n'copp o' liett' 
La-
 nun sap' e' prublem 
nun sap'che sti schem 
Mi-
 nun sape che a vita ro dolce e poi t'avvelen 
La-
 nu bac' a' mamma mij 
a' già furnut e' fà e serviz' 
    Mi-
 a' principess rint' a miseria 
ha mis o' munn stu scugnizz 
La-
 m'ha mparat' a piccolin 
ca' nu suonn' se realizz' 
Mi-
 te cancellass' tutte e' rughe 
e tutte e cose trist' 
La-
 Dimentica di andare fuori per lavoro 
Mi-
 Le nuove aziende fioriranno nel tuo territorio 
La-
 Dimentica le banche, li presteremo noi a loro 
Mi-
 Zero padrone, gli ruberemo il trono 
       La-
 Non c'è la fila allo sportello (e comm'è) 
                                  Mi-
 È come se tifi un'altra squadra 
Sei lo stesso mio fratello, Fate l'amore 
La-
 Invece di impugnare quel coltello 
                     Mi-
 La violenza è stata sempre il metodo di chi non ha cervello 
   La-
 Tagliate quella linea che divide nord e sud 
Mi-
 Guardo il cielo per cercare chi purtroppo non c'è più 
La-
 E' un giorno nuovo anche per loro 
                    Mi-
 E son sicuro che un sorriso l'ho strappato 
Pure a voi lassù 
         La-
 E' nu juorno buono 
stammatina m'a scettat' o' sol 
Mi-
 l'addore ro' cafè 
o' stereo ppe' canzone 
La-
 da quanto tiemp' cca nun stev' accussì 
       Mi-
 ogni cosa accumenc' pecchè m'addà finì 
                  La-
 ma nun me manca nient' 
stamattin nu me manca nient 
Mi-
 abbraccia a' Gabriellin 
s'addorm n'copp o' liett' 
La-
 nun sap' e' prublem 
nun sap'che sti schem 
Mi-
 nun sape che a vita ro dolce e poi t'avvelen 
         La-
 E' nu juorno buono 
         Mi-
 E' nu juorno buono 
         La-
 E' nu juorno buono 
         Mi-
 E' nu juorno buono 
         La-
 E' nu juorno buono 
stammatina m'a scettat' o' sol 
Mi-
 l'addore ro' cafè 
o' stereo ppe' canzone 
La-
 da quanto tiemp' cca nun stev' accussì 
       Mi-
 ogni cosa accumenc' pecchè m'addà finì 
                  La-
 ma nun me manca nient' 
stamattin nu me manca nient 
Mi-
 abbraccia a' Gabriellin 
s'addorm n'copp o' liett' 
La-
 nun sap' e' prublem 
nun sap'che sti schem 
Mi-
 nun sape che a vita ro dolce e poi t'avvelen 
           La-
 (E' nu juorno buono) Questo posto non deve morire 
           Mi-
 (E' nu juorno buono) La mia gente non deve partire 
           La-
 (E' nu juorno buono) Il mio accento si deve sentire 
           Mi-
 (E' nu juorno buono) 
           La-
 (E' nu juorno buono) a mio zio che si sceta a matina 
           Mi-
 (E' nu juorno buono) a gennar ca avvuto o criaturo 
           La-
 (E' nu juorno buono) a pisciaiuoli ai fruttaioli 
           Mi-
 (E' nu juorno buono) pe tutta a gent ro rione 
           La-
 E' nu juorno buono 


sanremo 2014 - Filippo - Le cose belle











Il testo

Io non mi devo giustificare
 Se non mi voglio accontentare
 Di farmi fare i conti in tasca
 E diventare carne da statistica
 
Se le promesse che ci hanno fatto
 Ci hanno fatto rimanere sotto
 Sono disilluso so cosa fare
 Sono un pirata e voglio navigare
 
E chi lo dice che non sia normale
 fare una vita irregolare
 Poche certezze ed un sogno in testa
 E’ l’unica cosa che ci resta
 
E chi lo dice che devo cambiare
 E che a trent’anni devo maturare
 L’unica lezione che devo imparare
 A volte anche le cose belle fanno male
 
La mia generazione a spasso
 Come lupi sul Gran Sasso
 E c’è chi si arrende
 Sempre più spesso
 Alle bastonate passo dopo passo
 
Cresciuti dalla televisione
 Che ci ha insegnato a consumare
 Cosa che servono esattamente
 Come una doccia in mezzo al mare
 
E chi lo dice che non sia normale
 fare una vita irregolare
 Poche certezze ed un sogno in testa
 E’ l’unica cosa che ci resta
 
E chi lo dice che devo cambiare
 E che a trent’anni devo maturare
 L’unica lezione che devo imparare
 A volte anche le cose belle fanno male
 A volte anche le cose belle fanno male
 
(ritornello, coro)
 Svegliati fratello se non sai capire
 Che a volte anche le cose benne fanno male
 
E chi lo dice che non sia normale
 fare una vita irregolare
 Poche certezze ed un sogno in testa
 E’ l’unica cosa che ci resta
 
E chi lo dice che devo cambiare
 E che a trent’anni devo maturare
 L’unica lezione che devo imparare
 Svegliati fratello se non sai capire che
 A volte anche le cose belle fanno male
 A volte anche le cose belle fanno male
 A volte anche le cose belle fanno male
 A volte anche le cose belle fanno male

accordi

Re Fa#- La Sol

Re 
 Io non mi devo giustificare 
Fa#- 
 Se non mi voglio accontentare 
La 
 Di farmi fare i conti in tasca 
Sol
 E diventare carne da statistica 
Re 
 Se le promesse che ci hanno fatto 
Fa#- 
 Ci hanno fatto rimanere sotto 
La 
 Sono disilluso so cosa fare 
Sol
 Sono un pirata e voglio navigare 
Re 
 E chi lo dice che non sia normale 
Fa#- 
 fare una vita irregolare 
La 
 Poche certezze ed un sogno in testa 
Sol
 E' l'unica cosa che ci resta 
Re 
 E chi lo dice che devo cambiare 
Fa#- 
 E che a trent'anni devo maturare 
La 
 L'unica lezione che devo imparare 
    Sol
 A volte anche le cose belle fanno male 

Re Sol- Re Sol-
 
Re 
 La mia generazione a spasso 
Fa#- 
 Come lupi sul Gran Sasso 
    La 
 E c'è chi si arrende sempre più spesso 
Sol-
 Alle bastonate passo dopo passo 
Re 
 Cresciuti dalla televisione 
Fa#- 
 Che ci ha insegnato a consumare 
La 
 Cosa che servono esattamente 
Sol
 Come una goccia in mezzo al mare 
Re 
 E chi lo dice che non sia normale 
Fa#- 
 fare una vita irregolare 
La 
 Poche certezze ed un sogno in testa 
Sol
 E' l'unica cosa che ci resta 
Re 
 E chi lo dice che devo cambiare 
Fa#- 
 E che a trent'anni devo maturare 
La 
 L'unica lezione che devo imparare 
    Sol
 A volte anche le cose belle fanno male 
    Sol-
 A volte anche le cose belle fanno male
 
Re Fa#- La Sol    Re Fa#- La Sol

Re 
 E chi lo dice che non sia normale 
Fa#- 
 fare una vita irregolare 
La 
 Poche certezze ed un sogno in testa 
Sol
 E' l'unica cosa che ci resta 
Re 
 E chi lo dice che devo cambiare 
Fa#- 
 E che a trent'anni devo maturare 
La 
 Svegliati fratello se non sai capire 
         Sol
 che a volte anche le cose belle fanno male 
    Sol-
 A volte anche le cose belle fanno male 
    Sol-
 A volte anche le cose belle fanno male 
    Sol-
 A volte anche le cose belle fanno male 
Re
 

domenica 22 dicembre 2013

Sanremo 2014 - Diodato - Babilonia











Il testo

Cado e tu
 Tu vieni a riprendermi
 Sapessi cos’è un’anima
 Saprei che cosa venderti
 Cado e tu
 Tu mi porti ancora più giù
 Sei specchio dei miei limiti
 Dei miei talenti inutili 

Ogni volta poi sai sorprendermi
 Sei ogni cosa intorno
 E poi non ci sei più
 Non ci sei
 
Io non lo so come fai a sbattermi così
 Che certi giorni ho il cuore nero
 Sembra sempre lunedì
 E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me
 Poi la luce li cancella e io ritorno a credere
 Che è possibile ogni cosa, questa sana follia
 Sia capace di mostrarmi
 Mi basta mi porti via, qui, dall’assurda e inutile Babilonia
 Babilonia
 
Cado e tu
 Tu mi porti ancora più giù
 In questi abissi gelidi
 Respiro sogni liquidi
 
Ma ogni volta poi sai sorprendermi
 Quando penso di toccare il fondo
 Mi riporti su, mi riporti su, mi riporti su
 
Io non lo so come fai a sbattermi così
 Che certi giorni ho il cuore nero
 Sembra sempre lunedì
 E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me
 Poi la luce li cancella ed io ritorno a credere
 Sia possibile ogni cosa, questa sana follia
 Sia capace di mostrarmi
 Mi basta mi porti via, da qui, dall’assurda e inutile Babilonia
 Babilonia

accordi

Mi4 Mi Mi4 Mi
 
Mi4       Mi 
 Cado e tu 
              Mi4       Mi
 Tu vieni a riprendermi 
               Do#- La9 
 Sapessi cos'è un'anima 
                  Mi4    Mi
 Saprei che cosa venderti 
Mi4       Mi 
 Cado e tu 
                 Mi4       Mi
 Tu mi porti ancor più giù 
                         Do#- La9
 Sei specchio dei miei limiti 
                     Mi4 Mi
 Dei miei talenti inutili 
     Si                    La9
 Ogni volta poi sai sorprendermi 
             Si 
 Sei ogni cosa intorno 
         La-
 E poi non ci sei più 
Non ci sei 
               Mi 
 Io non lo so come fai a sbattermi così 
               La9 
 Che certi giorni ho il cuore nero 
Sembra sempre lunedì 
       Do#- 
 E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me 
         Si
 Poi la luce li cancella e io ritorno a credere 
            Mi 
 Se è possibile ogni cosa, questa sana follia 
         La9 
 Sia capace di mostrarmi 
                            Do#-
 Mi basta e mi porti via, da qui 
   Si                        Fa#-
 dall'assurda e inutile Babilonia 
        La 
 Babilonia 
Mi4 Mi Mi4 Mi
 ...
Mi4        Mi
 Cado e tu 
            Mi4          Mi 
 Tu mi porti ancor più giù 
               Do#-  La9
 In questi abissi gelidi 
              Mi4  Mi 
 Respiro sogni liquidi 
         Si                    La9
 Ma ogni volta poi sai sorprendermi 
             Si
 Quando penso di toccare il fondo 
       La-
 Mi riporti su, mi riporti su, mi riporti su 
               Mi 
 Io non lo so come fai a sbattermi così 
               La9 
 Che certi giorni ho il cuore nero 
Sembra sempre lunedì 
       Do#- 
 E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me 
         Si
 Poi la luce li cancella e io ritorno a credere 
           Mi 
 Sia possibile ogni cosa, questa sana follia 
         La9 
 Sia capace di mostrarmi 
                             Do#-
 Mi basta e mi porti via, da qui 
    Si                         Fa#-
 dall'assurda e inutile Babilonia 
       La 
 Babilonia 
Mi4 Mi Mi4 Mi
 ...
  Do#-        Fa# La-
 Babilonia, Babilonia 

sabato 21 dicembre 2013

Sanremo 2014 - Frankie hi-nrg Mc - Pedala








 


Il testo

PEDALA
di F. Di Gesù – C. Galbignani  
   F. Di Gesù – C. Galbignani – L. Beccafichi
 
Scriviam la nostra storia usando biciclette,
 inseguendo la memoria su strade molto strette,
 su per le salite senza avere una borraccia, giù
 per le discese con il vento sulla faccia. Perché
 la bicicletta non importa dove porti, è tutto un
 equilibrio di periodi e di rapporti, è tutta una
 questione di catene e di corone, di grasso che
 lubrifica la vita alle persone. Come nella vita
 c’è una ruota che gira, una ruota che spinge e
 con quest’aria che tira se una ruota si fora la
 caduta è sicura: una toppa ripara, una ferita si
 cura. Non avere paura che sennò ti deconcentri,
 devi far coincidere i pesi e i baricentri.
 L’impegno di coppia per un singolo momento:
 due le forze in gioco, un solo movimento.
 Pedala – insegui la tua storia ovunque vada
 Pedala – macina chilometri di strada
 Pedala – l’hai voluta tu la bicicletta
 Pedala – più in fretta
 Pedala – più in fretta…
 Se è libero il pignone lo sceglie la corona, che
 attraverso una catena condiziona il moto del
 sistema: monarchia meccanica che ha giurato
 fede eterna alle leggi della fisica. Statica,
 termodinamica, quasi democratica se quando si
 ferma si va a ruota libera, o tirannica, con la fissa
 dello scatto, senza i freni che difendon dall’impatto.
 È mansione del pignone fare la rivoluzione,
 portare il movimento in ogni direzione, in costante
 acrobazia irradia l’energia dal centro fino alla
 periferia. È solo una questione di rapporto tra
 ingranaggi e tutto gira liscio fino a che non ti
 scoraggi, che l’unico motore qui sei tu con il
 fiatone a spingere in salita per la vita il carrozzone.
 Pedala – insegui la tua storia ovunque vada
 Pedala – macina chilometri di strada
 Pedala – l’hai voluta tu la bicicletta
 Pedala – più in fretta
 Pedala – più in fretta…
 Sai bene che la storia è ciclica, come la pazienza
 è biblica e la peggior salita è una discesa ripida,
 repentina, tutta tornanti, serpentina, peso
 in avanti, giù dalla china. Come una valanga
 controllata precipiti in picchiata, il paesaggio vola
 dentro a una zoomata. Guardi dove vai, vai dove
 vuoi, occhi aperti e sai come stai, fai come puoi.
 Il traguardo arriva quando meno te lo aspetti:
 è un parcheggio di bici appoggiate ai cavalletti,
 bici abbandonate là, senza controparte, pronte
 a ripartire se qualcuno parte. Pronte per andare
 lontano, cambiando i rapporti, andandoci piano.
 Pensa che una volta una bici fece piangere un
 uomo: diventarono amici. Lei gli chiese perdono.
 Pedala – insegui la tua storia ovunque vada
 Pedala – macina chilometri di strada
 Pedala – l’hai voluta tu la bicicletta
 Pedala – più in fretta
 Pedala – più in fretta…

Sanremo 2014 - Riccardo Sinigallia - Prima di andare via











Il testo
 
PRIMA DI ANDARE VIA
 di R. Sinigallia – F. Gatti

 Con l’inverno tra i piedi e le mani gelate
 Con uno sciopero in testa ed in tasca l’estate
 Con una riga sui sentimenti
 E un motivo che scricchiola in mezzo ai denti
 E con le donne che sanno l’inizio e la fine
 Gli uomini attenti soltanto al confine
 I vecchi che scambiano il nome dei santi
 E i bambini che contano i loro elefanti
 Prima di andare via
 Sorridi un po’
 Come per proteggermi da una tua malinconia
 Con lo sguardo di chi non è cresciuto a gentilezze
 Anche quando non vuoi
 Sorridi un po’
 Per dire tutto a posto
 Ti rivedo dopo o no?
 Mentre il resto
 Quello che è andato perso
 Ci sembra un’altra vita
 Dici
 Che non potremmo essere felici
 Senza i numeri buoni per la lotteria
 E l’uomo nero di turno che ce li porta via
 Che il principale ti ha detto che le cose non vanno
 E che era tutto previsto
 Anche quest’anno
 Ma prima di andare via
 Sorridi un po’
 Come per proteggermi da una tua malinconia
 Con lo sguardo di chi non presta il fianco a tenerezze
 Anche quando non vuoi
 Sorridi un po’
 Per dire tutto a posto
 Ti rivedo dopo o no?
 Mentre il resto
 Quello che è andato perso
 Ci sembra un’altra vita
 Per una volta ancora
 Fiore mio fiore del mondo
 Per una volta ancora
 Fiore mio
 Prima di andare via
 Sorridi un po’
 Come per proteggermi da una tua malinconia
 Con lo sguardo di chi non è cresciuto a gentilezze
 E anche quando non vuoi
 Sorridi un po’
 Per dire tutto a posto
 Ti rivedo dopo o no?
 Mentre il resto
 Quello che è andato perso
 Ci sembra un’altra vita

accordi

Lab-
Con l'inverno tra i piedi e le mani gelate
                  Fa#
Con uno sciopero in testa ed in tasca l'estate
 Do#-
Con una riga sui sentimenti
      Mi                              Fa#
E un motivo che scricchiola in mezzo ai denti
    Lab-
E con le donne che sanno l'inizio e la fine li uomini attenti
                                            soltanto al confine
   Fa#
I vecchi che scambiano il nome dei santi
                                 Do#-     Mi
E i bambini che contano i loro elefanti
  Mi                         Do#-
Prima di andare via sorridi un po'
              Lab-                     Mi
Come per proteggermi da una tua malinconia
       Do#-                 Fa#                 Lab-
Con lo sguardo di chi non è cresciuto a gentilezze
                  Mi          Do#-
Anche quando non vuoi sorridi un po'
               Lab-                   Mi
Per dire tutto a posto   Ti rivedo dopo o no?
           Do#-                     Fa#
Mentre il resto quello che è andato perso
                  Lab- Mi
Ci sembra un'altra vita
 Lab-                   Fa#
Dici che non potremmo essere felici
   Lab-
Senza i numeri buoni per la lotteria
                Fa#
E l'uomo nero di turno che ce li porta via
       Do#-                 Fa#                 Lab-
Che il principale ti ha detto che le cose non vanno
  Fa#                Do#-               Mi
E che era tutto previsto anche quest'anno
  Mi                         Do#-
Ma prima di andare via sorridi un po'
              Lab-                     Mi
Come per proteggermi da una tua malinconia
       Do#-                     Fa#            Lab-
Con lo sguardo di chi non presta il fianco a tenerezze
                  Mi          Do#-
Anche quando non vuoi sorridi un po'
               Lab-                   Mi
Per dire tutto a posto   Ti rivedo dopo o no?
           Do#-                     Fa#
Mentre il resto quello che è andato perso
                  Lab- Mi
Ci sembra un'altra vita
                Fa#        Do#-              Lab-                 
Per una volta ancora Fiore mio fiore del mondo
               Do#-
per una volta ancora fiore mio
  Mi                    Do#-
Prima di andare via sorridi un po'
              Lab-                     Mi
Come per proteggermi da una tua malinconia
       Do#-                     Fa#            Lab-
Con lo sguardo di chi non è cresciuto a gentilezze
                  Mi          Do#-
Anche quando non vuoi sorridi un po'
               Lab-                   Mi
Per dire tutto a posto   Ti rivedo dopo o no?
           Do#-                     Fa#
Mentre il resto quello che è andato perso
                  Lab- Mi
Ci sembra un'altra vita

Sanremo 2014 - Ron - Un abbraccio unico

Il testo UN ABBRACCIO UNICO di Ron So che prima o poi le cose cambiano E troveremo il modo per uscire Ci abitueremo presto a un’altra situazione Si sa, è normale Ma quello che noi non sapremo mai spiegare È il nostro inarrestabile vagare Quel cercare quel qualcuno che diventi il senso Di questo bisogno d’amore… amore Quell’abbraccio unico Che vuol dire tutto Quello sguardo complice Che non trova mai le parole Amare è poi un bisogno così naturale Ma tante volte ci facciamo male Noi che siamo così complicati e stupidi Davanti all’amore Quell’abbraccio unico Che vuol dire tutto Quello sguardo complice Che non trova mai le parole Lunga notte aiutami A capire un po’ Questo inarrestabile Bisogno d’amore che ho Lunga notte aiutami A capire un po’ Questo inarrestabile Bisogno d’amore… Ma quello che noi non sapremo mai spiegare È il nostro inarrestabile vagare Noi che siamo così complicati

Sanremo 2014 - Antonella Ruggiero - Da Lontano









 
DA LONTANO
di A. Ruggiero – A. Graziano – R. Colombo – A. Rossi

Capita spesso anche a me
 Di rovistare
 Tra tutti i miei ricordi
 Capita di buttare via
 Solo quello che
 Mi ha fatto un po’ più male
 …Un po’ più male
 Spettatrice attonita
 Solitaria ma…
 Da lontano tutto è limpido
 Da lontano nulla pesa più
 Il sereno si intravede già
 I temporali si allontanano
 Capita spesso che ci sia
 Chi ha un tesoro e
 Lo perde in un giorno
 Capita che la nostalgia
 Rompa gli argini
 Che frenano il pianto
 Ma dall’altopiano
 Stento a crederci che
 Da lontano tutto è nitido
 Da lontano in un attimo
 Il sereno si intravede già
 I temporali si allontanano

Sanremo 2014 - Giuliano Palma - Un bacio crudele











Il testo

UN BACIO CRUDELE
di C. Valli – F. Merigo – G. Palma
 
Non chiedermi perché
 Se gli occhi ora non sanno scegliere
 Il nostro è un tempo fragile lo so
 Chiedo al silenzio
 Quello che vuoi
 Ti guardo mentre vai
 Un addio vuol dire non voltarsi mai
 Il silenzio fa rumore dentro me
 Quello che resta è un’ombra sul muro
 Si spacca l’amore
 E il cielo su noi
 Non chiederò perché puoi stare senza me
 Non posso spiegare
 Un bacio crudele
 Non c’è ragione mai
 In quello che mi fai
 Sei uno sbaglio
 Un sorriso
 Nel buio fino a qui
 Un segno che non hai lasciato mai
 Il nostro è un tempo immobile lo so
 Mi lasci dormire
 Ti lascio sparire
 Si spacca l’amore
 E il cielo su noi
 Non chiederò perché puoi stare senza me
 Non posso spiegare
 Un bacio crudele
 Non c’è ragione mai
 In quello che mi fai
 Sei uno sbaglio
 Un sorriso
 

Sanremo 2014 - Francesco Renga - Vivendo adesso











  Francesco Renga - midi karaoke 
Il testo VIVENDO ADESSO di E. Toffoli Un’altra immagine di te Un nuovo modo di vedere le cose. Eccone una che non sai Ecco il mio modo di parlarti d’amore. A te che cerchi di capire E che provi a respirare aria nuova E non sai bene dove sei E non ti importa anche se in fondo lo sai che ti manca qualcosa. Amami ora come mai Tanto non lo dirai È un segreto tra di noi Tu ed io in questa camera d’albergo A dirci che stiamo solo vivendo adesso Un’altra immagine di te Un nuovo modo di pensare le cose E tra quelle che non sai Anche il mio modo di parlarti d’amore D’amore A te che temi la sconfitta Ma che cerchi di salvare quel che resta Quel che resta E sai che non ti volterai Che non ti nasconderai Sempre dietro l’ennesima scusa La stessa Amami ora come mai, tanto non lo dirai È un segreto tra di noi Tu ed io soltanto Il fuoco e le fiamme a dire che Stiamo solo facendo sesso. Tu amami ora come mai, tanto non lo dirò È un segreto tra di noi Ma vorrei soltanto Tu fossi già sicura Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Amami ora come mai, tanto non lo dirai È un segreto tra di noi Tu ed io soltanto Il fuoco e le fiamme a dire che Stiamo solo facendo sesso Tu amami ora come mai, tanto non lo dirò È un segreto tra di noi Ma vorrei soltanto tu fossi già sicura Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso accordi Re Sol Un'altra immagine di te Re Un nuovo modo di vedere le cose. La Eccone una che non sai Sol Re Ecco il mio modo di parlarti d'amore. Re A te che cerchi di capire Sol E che provi a respirare aria nuova La E non sai bene dove sei Sol E non ti importa anche se in fondo Re lo sai che ti manca qualcosa. Re Amami ora come mai La Tanto non lo dirai È un segreto tra di noi Si- Tu ed io in questa stanza d'albergo Sol Re A dirci che stiamo solo vivendo adesso Sol Un'altra immagine di te Re Un nuovo modo di pensare le cose La E tra quelle che non sai Sol Re Anche il mio modo di parlarti d'amore D'amore Re A te che temi la sconfitta Sol Ma che cerchi di salvare quel che resta Quel che resta La E sai che non ti volterai Sol Che non ti nasconderai Re La Sempre dietro l'ennesima scusa, la stessa Re Amami ora come mai, La tanto non lo dirai È un segreto tra di noi Tu ed io soltanto Si- Sol Il fuoco e le fiamme a dire che Re Stiamo solo facendo sesso. Re Tu amami ora come mai, La tanto non lo dirò È un segreto tra di noi Ma vorrei soltanto Si- Tu fossi già sicura Sol Re Che stiamo solo vivendo adesso Re Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Re Amami ora come mai, La tanto non lo dirai È un segreto tra di noi Tu ed io soltanto Si- Sol Il fuoco e le fiamme a dire che Re Stiamo solo facendo sesso. Re Tu amami ora come mai, La tanto non lo dirò È un segreto tra di noi Ma vorrei soltanto Si- Tu fossi già sicura Sol Re Che stiamo solo vivendo adesso Re Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso Che stiamo solo vivendo adesso

Sanremo 2014 - Giusy Ferreri - Ti porto a cena con me











  Giusy Ferreri - midi karaoke 
Il testo TI PORTO A CENA CON ME di R. Casalino – D. Faini – R. Casalino Ti porto a cena con me Il tuo passato non è invitato Lascia a casa le pene Se me lo sono un po’ meritato Ti porto a cena perché Vorrei che tu mi togliessi il fiato Riaverlo indietro da te Come se fosse il mio compleanno Il mio regalo Avrei voluto scriverti una lettera Anche se ormai si usa poco Se fosse contagiosa la felicità Adesso è fuori moda Vorrei che tra le righe tu capissi che Che nonostante il mio sorriso Non tutto è stato semplice, ed anche se Nascondo il peggio è perché il meglio è andato via con te Ti porto a cena con me Ho un conto aperto con il passato Che pagherò io perché Il tuo futuro non sia un inganno Ti porto a cena perché Nel caso avessi dimenticato Il mio coraggio Avrei voluto scriverti una lettera Anche se ormai si usa poco Se fosse contagiosa la felicità Adesso è fuori moda Vorrei che tra le righe tu capissi che Che nonostante il mio sorriso Non tutto è stato semplice ed anche se Nascondo il peggio è perché il meglio È perché il meglio è andato via con te Via con te La verità è che mi sento morire dentro E la bugia è che non m’importa poi così tanto Così tanto Avrei voluto scriverti una lettera Anche se ormai si usa poco Se fosse contagiosa la felicità Adesso è fuori moda Vorrei che tra le righe tu capissi che Che nonostante il mio sorriso Non tutto è stato semplice ed anche se Nascondo il peggio è perché il meglio è andato via con te Via con te accordi Do#m Re La Fa#m Re Do#m Re La Ti porto a cena con me Fa#m Re Il tuo passato non è invitato Do#m Re La Lascia a casa le pene Fa#m Re Se me lo sono un po’ meritato Do#m Re La Ti porto a cena perché Fa#m Re Vorrei che tu mi togliessi il fiato Do#m Re La Riaverlo indietro da te Fa#m Re Come se fosse il mio compleanno Sol Il mio regalo Re Avrei voluto scriverti una lettera Mi Anche se ormai si usa poco La Se fosse contagiosa la felicità Re Adesso è fuori moda Re Vorrei che tra le righe tu capissi che Mi Che nonostante il mio sorriso Fa#m Non tutto è stato semplice, ed anche se La Re Mi Nascondo il peggio è perché il meglio è andato via con te Rem Re# Sib Ti porto a cena con me Solm Re# Ho un conto aperto con il passato Rem Re# Sib Che pagherò io perché Solm Re# Il tuo futuro non sia un inganno Rem Re# Sib Ti porto a cena perché Solm Re# Nel caso avessi dimenticato Sol# Il mio coraggio Re# Avrei voluto scriverti una lettera Fa Anche se ormai si usa poco Sib Se fosse contagiosa la felicità Re# Adesso è fuori moda Re# Vorrei che tra le righe tu capissi che Fa Che nonostante il mio sorriso Solm Non tutto è stato semplice ed anche se Re# Fa Nascondo il peggio è perché il meglio Re# Solm È perché il meglio è andato via con te Re# Sib Via con te Solm La verità è che mi sento morire dentro Fa Re# E la bugia è che non m’importa poi così tanto DO- Così tanto Re# Avrei voluto scriverti una lettera Fa Anche se ormai si usa poco Sib Se fosse contagiosa la felicità Solm Adesso è fuori moda Re# Vorrei che tra le righe tu capissi che Fa Che nonostante il mio sorriso Solm Non tutto è stato semplice ed anche se Re# Fa Sib Solm Nascondo il peggio è perché il meglio è andato via con te Re# Sib via con te

Sanremo 2014 - Francesco Sarcina - Nel tuo sorriso










Il testo NEL TUO SORRISO di F. Sarcina I sentimenti sono esposti come fragili corpi, Che si nutrono di piccoli sogni ed innocue ingenuità, E per questo io son qui. Con le mie mani, Sarò qui a darti forza e coraggio, Per ogni passo incerto e per ogni giorno Che il tuo sangue sarà il mio, E così per sempre tu. Torna il sorriso sul mio volto ad ogni tuo respiro Ed il mio cuore è quello di un guerriero Che difende il mondo, sì, il mondo intero E che sarà di certo il tuo, Nel tuo sorriso. Ma se mai dovesse venire meno la mia forza e presenza, Tu promettimi di lasciare un posto, Un posto nel tuo cuore dove possa stare ancora io. Torna il sorriso sul mio volto ad ogni tuo respiro Ed il mio cuore è quello di un guerriero Che difende il mondo, sì, il mondo intero E che sarà di certo il tuo, Nel tuo sorriso. accordi Sol Re La Sol Re La Si- Si- I sentimenti sono esposti come fragili corpi, La- Sol Che si nutrono di piccoli sogni ed innocue ingenuità, Fa E per questo io son qui. Si- Con le mie mani, Si- Sarò qui a darti forza e coraggio, Si- La- Per ogni passo incerto e per ogni giorno Sol Che il tuo sangue sarà il mio, Fa E così per sempre tu. Re Si- Torna il sorriso Sol Re sul mio volto ad ogni tuo respiro Si- Sol Re Si- Ed il mio cuore è quello di un guerriero Sol Re Si- Che difende il mondo, sì, il mondo intero Sol Sol- E che sarà di certo il tuo, Si- Nel tuo sorriso. Si- Ma se mai dovesse venire meno la mia forza e presenza, La- Tu promettimi di lasciare un posto, Sol Fa Un posto nel tuo cuore dove possa stare ancora io. Re Si- Torna il sorriso Sol Re sul mio volto ad ogni tuo respiro Si- Sol Re Si- Ed il mio cuore è quello di un guerriero Sol Re Si- Che difende il mondo, sì, il mondo intero Sol Fa#- Mi- Sol Fa#- Mi- Si- La Sol E per questo io son qui Re Si- Torna il sorriso Sol Re sul mio volto ad ogni tuo respiro Si- Sol Re Si- Ed il mio cuore è quello di un guerriero Sol Re Si- Che difende il mondo, sì, il mondo intero Sol Sol- E che sarà di certo il tuo, Si- Fa#- Sol Sol- Nel tuo sorriso. Si- Fa#- Sol Sol- Di certo il tuo Re Nel tuo sorriso

Sanremo 2014 - Renzo Rubino - Ora











Il testo
 
ORA

di O. Rubino – A. Rodini – O. Rubino

 Se solo si potessero inventare le stelle
 Nelle gallerie indifferenti delle metro
 Smetterei di aver paura di correre
 Per andare chissà dove
 Ogni volta che mi specchierò
 E guarderò lontano
 Incrocerò lo sguardo sognante di un bambino
 Vorrei dirgli tutto ciò è niente
 Lascia perdere
 Sognare non aiuta
 Ho visto il frantumarsi di ogni cosa
 Soprattutto il desiderio di morderle le labbra
 Dopo una carezza sbagliata
 Di una vita azzardata
 Sospeso sulla corda
 Ora che stai pensando
 Fermati e datti un voto
 Tremano le gambe sto cadendo
 Vorrei svegliarmi a mezzogiorno
 Di una vita senza fretta
 Ora che stai pensando
 Fermati e datti un voto
 Paura di non essere il migliore
 Paura di non fare
 Paura di partire
 Perché partire è scappare
 Potrei concedermi un momento per riposare
 Io voglio sentirmi libero di contemplare il mare
 Ti prego solo per stanotte resta con me
 Io non mi so concedere
 Ma la più grande colpa sarà sentirmi in colpa
 Potrei singhiozzare tirare calci o morire
 Deve restare tutto uguale
 Anche se uguale per me è impazzire
 Ora che stai impazzendo
 Fermati e datti un volto
 Affondo lentamente e non me ne accorgo
 Distrattamente sta finendo
 La mia vita senza bellezza
 Ora che stai pensando
 Fermati e datti un voto
 Ora che stai pensando
 Fermati e datti un voto
 Ora che stai reagendo
 Fermati e datti un voto un voto
 un voto un voto un volto

accordi

 Fa   La- Fa   La- 
 
   Fa                                La-
 Se solo si potessero inventare le stelle 
                                    Fa
 Nelle gallerie indifferenti delle metro 
                                   La-
 Smetterei di aver paura di correre 

 Per andare chissà dove 
 Sib                                         La-
 Ogni volta che mi specchierò e guarderò lontano 
     Sib                           Do
 Incrocerò lo sguardo sognante di un bambino 
 Fa                                          La-
 Vorrei dirgli tutto ciò è niente lascia perdere 

 sognare non aiuta 
      Fa
 Ho visto il frantumarsi di ogni cosa 
           La-
 Soprattutto il desiderio 
     Sib
 Di morderle le labbra 
            La-
 Dopo una carezza sbagliata 
           Sib 
 Di una vita azzardata 
  Reb               Mib Fa
 Sospeso sulla corda 
 Re-               La-     Fa
 Ora che stai pensando 
 Re-                     La-
 Fermati e datti un voto 
 Sib             Si-               Do 
 Tremano le gambe sto cadendo 
                Reb               Re- 
 Vorrei svegliarmi a mezzogiorno 
                        Re Sol
 Di una vita senza fretta 
 Mi-                  Si-   Sol 
 Ora che stai pensando 
 Mi-                       Si-
 Fermati e datti un voto 
 Fa                           La-
 Paura di non essere il migliore 
                 Fa
 Paura di non fare 
                         La-
 Paura di partire, perché partire è scappare 
    Sib                           La-
 Potrei concedermi un momento per riposare 
     Sib                             Do
 Io voglio sentirmi libero di contemplare il mare 
 Fa                                    La-
 Ti prego solo per stanotte resta con me 

 Io non mi so concedere 
 Fa                                 La-
 Ma la più grande colpa sarà sentirmi in colpa 
    Sib                            La-
 Potrei singhiozzare tirare calci o morire 
             Sib    
 Deve restare tutto uguale 
     Reb                         Mib Fa
 Anche se uguale per me è impazzire 
 Re-                      La-  Fa
 Ora che stai impazzendo 
 Re-                     La-
 Fermati e datti un volto 
 Sib          Si-                   Do 
 Affondo lentamente e non me ne accorgo 
            Reb           Re- 
 Distrattamente sta finendo 
                    Re    Sol
 La mia vita senza bellezza 
Mi-        Si-      Sol
 Ora che stai pensando 
Mi-                 Si-     
 Fermati e datti un voto 

Do Reb- Re Mib- Mi La
 
 Fa#-                Reb-   La
 Ora che stai pensando 
 Fa#-                    Reb- La
 Fermati e datti un voto 
 Fa#-                Reb-  La
 Ora che stai reagendo 
 Fa#-                    Reb-
 Fermati e datti un voto un voto
 
 un voto un voto un volto 

Sanremo 2014 - Cristiano De Andrè - Il Cielo è vuoto











IL testo
 
IL CIELO È VUOTO
di D. Faini – D. Mancino – C. De André – D. Faini – D. Mancino
 
Il cielo è vuoto, c’è soltanto il sole
 Che acceca la terra e fa esplodere il grano
 E noi che intanto bruciamo
 Il cielo è vuoto perché aspetta il seme
 Dei nostri sogni e di quello che faremo
 Di quello che faremo
 È un mantice il cielo è una strana officina
 È Dio che si dimentica di fare tutto il suo lavoro
 Si stacca l’anima non fa più rumore
 Puoi chiudere gli occhi ma non puoi più morire
 E me ne frego di quale luce sei illuminata
 Io sono illuminato dai lampi che sono tutto il mio sereno
 Non posso accettare niente di meno di quello che
 Di quello che mi aspetto da te
 Ed io mi aspetto molto da te
 Il cielo è vuoto c’è soltanto il respiro
 È solo un miraggio per prenderci in giro
 Non puoi più fingere con me
 È un limite il cielo, è un segreto è un tesoro
 È Dio che si dimentica di fare tutto il suo lavoro
 Si stacca l’anima non fa più rumore
 Puoi chiudere gli occhi ma non puoi più morire
 E me ne frego di quale luce sei illuminata
 Io sono illuminato dai lampi che sono tutto il mio sereno
 Non posso accettare niente di meno di quello che
 Di quello che mi aspetto da te
 Ti accorgi che il cielo è vuoto
 Perché la nostra immaginazione
 Ha bisogno di spazio, ha bisogno di spazio
 È vuoto perché la nostra immaginazione,
 Naviga nello spazio
 Si stacca l’anima non fa più rumore
 Puoi chiudere gli occhi ma è vietato morire
 E me ne frego di quale luce sei illuminata
 Io sono illuminato dai lampi che sono tutto il mio sereno
 Non posso accettare niente di meno di quello che
 Di quello che mi aspetto da te
 Ed io mi aspetto molto da te
 Io mi aspetto molto da te
 Io mi aspetto molto da te

Sanremo 2014 - Perturbazione - L’unica











IL testo
 
L’UNICA
di T. Cerasuolo – C. Lo Mele – A. Baracco – P. Giancursi -
 
Erika, tu eri l’unica
 Ma soprattutto nelle ore di ginnastica
 Per te solo al pensiero
 Io mi sentivo un uomo
 Per te io componevo inutili poesie
 Angela, serata libera
 Dentro al silenzio nella camera dei tuoi
 Abbiam rifatto il letto
 Ci ha visti solo il gatto
 Con la paura dello scatto della serratura
 Monica, confetti e musica
 Un tatuaggio che ora anch’io so dove sta
 La messa è già finita
 Tu ti sei rivestita
 E siamo gli ultimi invitati a andare via
 Chi sono io
 Cosa sarò
 Che cosa sono stato
 Tra quello che ho vissuto
 E quello che ho immaginato
 Ora di te cosa farò
 È così complicato
 Se muoio già dalla voglia
 Di ricordarti a memoria
 Se muoio già dalla voglia
 Di ricordarti a memoria
 Come stai
 Arianna sono io
 E tuo marito che da sempre è amico mio
 Parlarci di nascosto
 Noi non abbiamo un posto
 Ma quel che manca veramente è dirsi addio
 Sara perché ti amo
 La gente giudica ma poi si dà di gomito
 Molto più giovane di me
 Tutti ci invidiano perché
 Entrambi abbiam problemi di maturità
 Chi sono io
 Cosa sarò
 Che cosa sono stato
 Tra quello che ho vissuto
 E quello che ho immaginato
 Ora di te cosa farò
 È così complicato
 Se muoio già dalla voglia
 Di ricordarti a memoria
 Ora di te cosa farò
 È così complicato
 Se muoio già dalla voglia
 Di ricordarti a memoria
 Se muoio già dalla voglia
 Di ricordarti a memoria
 Se muoio già dalla voglia
 di ricordarti

accordi

Solm     Sib      Fa       Sib

  Solm           Sib
Erika, tu eri l'unica
    Fa                        Mib
Ma soprattutto nelle ore di ginnastica
   Solm                       Sib
Per te solo al pensiero io mi sentivo un uomo
    Fa                          Mib     
Per te io componevo inutili poesie

Solm        Sib       Fa       Mib

  Solm             Sib
Angela, serata libera
           Fa                               Mib
Dentro al silenzio nella camera dei tuoi
   Solm                         Sib
Abbiam rifatto il letto ci ha visti solo il gatto
      Fa                                     Mib
Con la paura dello scatto della serratura
  Solm                   Sib
Monica, confetti e musica
         Fa                                  Mib
Un tatuaggio che ora anch'io so dove sta
          Solm                  Sib
La messa è già finita Tu ti sei rivestita
             Fa                           Mib
E siamo gli ultimi invitati a andare via
  Mib            Solm          Fa             Sib
Chi sono io cosa sarò Che cosa sono stato
        Mib            Sib
Tra quello che ho vissuto
  Fa                       Sib
E quello che ho immaginato
  Mib       Solm       Fa       Sib           
Ora di te cosa farò è così complicato
    Mib         Solm           Fa             Sib
Se muoio già dalla voglia di ricordarti a memoria
   Mib         Solm          Fa                Sib
Se muoio già dalla voglia di ricordarti a memoria
 Solm                 Sib
Come stai Arianna sono io
      Fa                              Mib
E tuo marito che da sempre è amico mio
           Solm                                 Sib
Parlarci di nascosto noi non abbiamo un posto
          Fa                            Mib
Ma quel che manca veramente è dirsi addio
  Dom         Mib
Sara perché ti amo
  Solm                           Mib
La gente giudica ma poi si dà di gomito
   Solm                                  Sib
Molto più giovane di me tutti ci invidiano perché
 Fa                                    Mib
Entrambi abbiam problemi di maturità
  Mib              Solm       Fa             Sib
Chi sono io cosa sarò Che cosa sono stato
        Mib             Sib
Tra quello che ho vissuto
  Fa                   Sib
E quello che ho immaginato
  Mib           Solm       Fa         Sib           
Ora di te cosa farò è così complicato
   Mib            Solm      Fa               Sib
Se muoio già dalla voglia di ricordarti a memoria

Mib      Solm       Fa       Sib

    Mib            Solm       Fa              Sib
Se muoio già dalla voglia di ricordarti a memoria
        Mib        Solm         Mib
Se muoio già dalla voglia di ricordarti

Sanremo 2014 - Raphael Gualazzi
Liberi o no











I testi

LIBERI O NO
di R. Gualazzi – B. C. Rifo – R. Gualazzi
 
Liberi o no
 Liberi o no
 Liberi o no
 Liberi o no
 Come vorrei sentirti viva in un’immagine
 Un’alba limpida vivrei
 Come potrei restare in questa terra immobile
 Il suono vive dentro me
 E come un brivido
 Ti prende e ti trasforma
 Il mondo libero
 Si accende fino all’ombra
 Come un brivido
 Che cambia e si trasforma
 Un mondo libero
 Splende in noi
 Dove sarei
 Se l’orizzonte fosse un argine
 Un’onda libera vorrei
 La terra gira intorno
 E segue le sue regole
 Mentre io giro intorno a te
 Libero
 Il mondo si trasforma
 E con un brivido
 Si accende fino all’ombra
 Come un brivido
 Che cambia e si trasforma
 Un mondo libero
 Splende in noi
 Dimmi siamo liberi o no
 Dalle favole
 Siamo liberi o no
 Dalle parabole
 Liberi o no
 Dalle prediche
 Siamo liberi o no
 Dalle polemiche
 Liberi o no
 Dall’abitudine
 Liberi o no
 Dal convenevole
 Liberi o no
 Dal controllabile
 Liberi o no
 Dal prevedibile
 Liberi o no
 Io voglio credere
 Liberi o no
 Nell’impossibile
 Liberi o no
 Sfiorare l’anima
 Liberi o no
 Amarti e perdermi
 Libero
 Il mondo si trasforma
 Con un brivido
 Si accende fino all’ombra
 Il mondo è libero
 Un sogno ci trasforma
 E questo brivido
 Siamo noi
 Yeahhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Sanremo 2014 - Noemi - Bagnati dal sole












  Noemi  - midi karaoke 

BAGNATI DAL SOLE
di V. Scopelliti – C. Ailin – R. Frenneaux
 
 Non c’è più pericolo
 Ora che
 Siamo qui
 Anche questo ostacolo
 Ora ha senso
 È
 Così
 Sento che
 Oramai
 Siamo vivi
 A un passo da noi
 Senza più
 Strategie
 Siamo qui
 A un passo da noi
 Bagnati dal soleeeeeee
 Bagnati da soleeeeeeee
 Bagnati dal soleeeeeee
 Ho vissuto in bilico
 Mi è servito
 È così
 Ma non è stato facile
 Stare in piedi
 Stare qui
 Sento che
 Oramai
 Siamo vivi
 A un passo da noi
 Senza più
 Strategie
 Siamo qui
 A un passo da noi
 Bagnati dal soleeeeeee
 Bagnati dal soleeeeeeee
 Sento che
 Oramai
 Siamo vivi
 A un passo da noi
 Bagnati dal soleeeeeee
 Bagnati da soleeeeeeee
 Bagnati dal soleeeeeee
 Bagnati dal soleeeeeee

accordi

 Lab- Mib- Si Fa#
 
 Lab-               Mib- 
 Non c'è più pericolo 
    Si             Fa#
 Ora che, siamo qui 
 Lab-                Mib- 
 Anche questo ostacolo 
        Si           Fa#
 Ora ha senso, è così 
        Si       Reb 
 Sento che oramai 
        Mib-              Fa#
 Siamo vivi a un passo da noi 
       Si           Reb
 Senza più strategie 
       Mib-               Fa#
 Siamo qui a un passo da noi 
             Si        Reb 
 Bagnati dal soleeeeeee 
            Mib-      Fa#
 Bagnati da soleeeeeeee
 
 Lab- Mib- Si Fa#
 
 Lab-                Mib- 
 Ho vissuto in bilico 
        Si        Fa#
 Mi è servito è così 
 Lab-               Mib- 
 Ma non è stato facile 
          Si          Fa#
 Stare in piedi stare qui 
        Si     Reb 
 Sento che oramai 
        Mib-              Fa#
 Siamo vivi a un passo da noi 
       Si         Reb
 Senza più strategie 
       Mib-               Fa#
 Siamo qui a un passo da noi 
           Si         Reb 
 Bagnati dal soleeeeeee 
            Mib-      Fa#
 Bagnati da soleeeeeeee 

 Si Reb Si Reb

       Si      Reb 
 Sento che oramai 
       Mib-               Fa#
 Siamo vivi a un passo da noi 
            Si        Reb 
 Bagnati dal soleeeeeee 
            Mib-      Fa#
 Bagnati da soleeeeeeee 
             Si       Reb 
 Bagnati dal soleeeeeee 
            Mib-      Fa#
 Bagnati da soleeeeeeee 

 Si Reb Mib- Fa#

          Si         Reb Mib- Fa#
 Bagnati dal soleeeeeee 

 Si Reb Mib- Fa#  
 Si Reb Mib- Fa#   Si

Sanremo 2014 - Arisa - Controvento - vincitrice del Festival











  Arisa - midi karaoke 
Il testo CONTROVENTO di G. Anastasi lo non credo nei miracoli, meglio che ti liberi meglio che ti guardi dentro Questa vita lascia i lividi questa mette i brividi certe volte è più un combattimento C’è quel vuoto che non sai, che poi non dici mai, che brucia nelle vene come se Il mondo è contro te e tu non sai il perché, lo so me lo ricordo bene lo sono qui Per ascoltare un sogno Non parlerò Se non ne avrai bisogno Ma ci sarò Perché così mi sento Accanto a te viaggiando controvento Risolverò Magari poco o niente Ma ci sarò E questo è l’importante Acqua sarò Che spegnerà un momento Accanto a te viaggiando controvento Tanto il tempo solo lui lo sa, quando e come finirà La tua sofferenza e il tuo lamento C’è quel vuoto che non sai che poi non dici mai Che brucia nelle vene come se Il mondo è contro te e tu non sai il perché Lo so me lo ricordo bene lo sono qui Per ascoltare un sogno Non parlerò Se non ne avrai bisogno Ma ci sarò Perché cosi mi sento Accanto a te viaggiando controvento Risolverò Magari poco o niente Ma ci sarò E questo è l’importante Acqua sarò Che spegnerà un momento Accanto a te Viaggiando controvento Viaggiando controvento Viaggiando controvento Acqua sarò che spegnerà un momento Accanto a te viaggiando controvento accordi Do#m La7+ Fa#m Sol#4 Sol# Do#m La7+ Io non credo nei miracoli, Fa#m Sol# meglio che ti liberi meglio che ti guardi dentro Do#m La7+ Questa vita lascia i lividi Fa#m Sol# questa mette i brividi certe volte è più un combattimento La7+ Mi C’è quel vuoto che non sai, Si che poi non dici mai, Do#m La7+ che brucia nelle vene co - me se Mi Si Il mondo è contro te e tu non sai il perché, Sol#4 Sol# lo so me lo ricordo bene Do# Do#7+ lo sono qui Per ascoltare un sogno Fa# Non parlerò Se non ne avrai bisogno Sibm Fam7 Ma ci sarò Fa# Perché così mi sento Sibm Fam7 Accanto a te Fa# viaggiando controvento Do# Do#7+ Risolve - rò Magari poco o niente Fa# Ma ci sarò E questo è l’importante Sibm Fam7 Acqua sarò Fa# Che spegnerà un momento Sibm Fam7 Accanto a te Fa# viaggiando controvento Do#m La7+ Fa#m Sol#4 Sol# Do#m La7+ Tanto il tempo solo lui lo sa, Fa#m quando e come finirà Sol# La tua sofferenza e il tuo lamento La7+ Mi C’è quel vuoto che non sai Si che poi non dici mai, Do#m La7+ che brucia nelle vene co - me se Mi Si Il mondo è contro te e tu non sai il perché, Sol#4 Sol# lo so me lo ricordo bene Do# Do#7+ lo sono qui Per ascoltare un sogno Fa# Non parlerò Se non ne avrai bisogno Sibm Fam7 Ma ci sarò Fa# Perché così mi sento Sibm Fam7 Accanto a te Fa# Sol# Fa# viaggiando controvento Mib Mib7+ Risolverò Magari poco o niente Sol# Ma ci sarò E questo è l’importante Dom Solm7 Acqua sarò Sol# Che spegnerà un momento Dom Solm7 Accanto a te Sol# Mib Viaggiando controvento Mib7+ Fam Viaggiando controvento Sol# Dom Solm7 Sol# Viaggiando controvento Stacco: Dom Solm7 Sol# Dom Solm7 Acqua sarò Sol# Che spegnerà un momento Dom Solm7 Accanto a te Sol# Mibm Si7+ Sol#m Viaggiando controvento

martedì 17 dicembre 2013

2014 Sanremo - Nuove proposte
Bianca - Saprai











IL testo

Sto
 Benissimo
 Al riparo nel mio bagno rosso pallido
 E’ ridicolo
 Io che piango mentre fuori tutti ridono
 
Si sta come foglie sui rami a novembre
 La vita che scorre distratta accanto a me
 
Ti vorrei spiegare
 Ma troppe parole
 E nulla da dire
 Se non sorridere
 
Saprai, saprai, saprai
 Che il sole di quando ci sei
 Ascolta i silenzi che ho e poi
 Saprai Saprai 

Sto benissimo
 Sto soltanto un po’ morendo per un attimo
 E non mi limito
 Sono brava ad annegare nel mio oceano
 
Le frasi spezzate rimangono appese
 Tra il buio e la luce impercettibile
 
Saprai, saprai, saprai
 Che il sole di quando ci sei
 Ascolta i silenzi che ho e poi
 Saprai Saprai 

Ascolta i silenzio che ho
 E poi
 Saprai Saprai Saprai
 Saprai Saprai…

accordi

Do Sib Fa Fa-
 
Do       Sol/Si 
 Sto, benissimo 
 Sib                                Fa
 Al riparo nel mio bagno rosso pallido 
     Do  Sol/Si
 Ed è ridicolo 
   Sib                              Fa
 Io che piango mentre fuori tutti ridono 
    Do       
 Si sta come foglie 
      Sol/Si 
 sui rami a novembre 
     Sib            
 La vita che scorre 
      Fa
 distratta accanto a me 
    Do  
 Ti vorrei spiegare 
    Sol/Si 
 Ma troppe parole 
   Sib        
 E nulla da dire 
     Fa
 Se non sorridere 
      Re-     Sol      Do Fa
 Saprai, saprai, saprai 
         Re-      Sol          Do Fa
 Che il sole di quando ci sei 
      Re-    Sol/Si Mi  La-  Re7
 Ascolta i silenzi   che  ho e poi 
     Re-    Sol
 Saprai Saprai 
Do       Sol/Si 
 Sto benissimo 
  Sib                                   Fa
 Sto soltanto un pò morendo per un attimo 
    Do      Sol/Si 
 E non mi limito 
   Sib                              Fa
 Sono brava ad annegare nel mio oceano 
      Do                 Sol/Si 
 Le frasi spezzate rimangono appese 
         Sib                 Fa
 Tra il buio e la luce impercettibile 
      Re-     Sol      Do Fa
 Saprai, saprai, saprai 
      Re-      Sol          Do Fa
 Del sole di quando ci sei 
      Re-    Sol/Si Mi  La-  Re7
 Ascolta i silenzi   che  ho e poi 
     Re-    Sol      Sol# Sib
 Saprai Saprai Saprai 

Fa- Sib Mib Lab
 
Fa- Sib Mib Lab
 (Stacco) 
     Fa-      Sib/Re Sol Do- Fa7 
 Ascolta i silenzi     che ho e poi 
    Fa-     Sib     Do-  Sib
 Saprai Saprai Saprai 
   Fa-    Sib     Mib
 Saprai Saprai
 

venerdì 4 ottobre 2013

Sanremo 2014 - 64° Festival della canzone italiana

La 64esima edizione del Festival di Sanremo, in programma dal 18 al 22 febbraio 2014, come nell'anno precedente, sarà condotta da Fabio Fazio e Luciana Litizzetto... I 14 big in gara 1. Arisa - Controvento Lentamente(il primo che passa) 2. Noemi - Bagnati da sole - Un uomo è un albero 3. Raphael Gualazzi - Liberi o no - Tanto ci sei 4. Perturbazione - L’unica - L’Italia vista dal bar 5. Cristiano De Andrè - Il Cielo è vuoto - Invisibili 6. Renzo Rubino - Ora - Per sempre e poi basta 7. Ron - Un abbraccio unico - Sing in the rain 8. Frankie hi-nrg Mc - Pedala - Un uomo è vivo 9. Giuliano Palma Un bacio crudele - Così lontano 10. Riccardo Sinigallia - Prima di andare via - Una rigenerazione 11. Francesco Renga - Vivendo adesso - A un isolato da te 12. Antonella Ruggiero - Da Lontano - Quando balliamo 13. Giusy Ferreri - Ti porto a cena con me - L’amore possiede il bene 14. Francesco Sarcina - Nel tuo sorriso - In questa città Le otto Nuove Proposte 1. Diodato - Babilonia 2. Filippo Graziani - Le cose belle 3. Rocco Hunt - Nu juorno buono 4. The Niro - 1969 5. Veronica De Simone - Nuvole che passano 6. Zibba - Senza di te da Area Sanremo: 7. Bianca con il brano Saprai 8. Vadim - La modernità